Dopo il grande successo dei Campi Estivi di settembre sta per partire la nuova stagione Minimakers ricca di importanti novità

Con l’inizio di settembre si sono conclusi i Campi Minimakers dell’estate 2017. L’ultima settimana che si è appena conclusa è stata veramente strepitosa, anche perché sono state sperimentate per la prima volta con i ragazzi le nuove tecnologie che saranno introdotte nella stagione che sta per iniziare.

Prima di parlare delle novità è tempo di ricordare quali sono stati i momenti più salienti che hanno caratterizzato i Campi di settembre.

Innanzitutto l’elett21616765_10155239130732885_1589216208_oronica e la robotica come sempre protagoniste dei laboratori Minimakers. Già da qualche tempo al classico Arduino sono state affiancate schede più potenti e ancora più divertenti, com21585778_10155239129327885_1786339980_o e le fantastiche Micro:BIT. I prototipi realizzati dai nostri piccoli inventori sono sempre più complicati e bizzarri.

I Robot sono stati costruiti prima che programmati, e alla fine le creazioni artigianali risultano sempre più divertenti dei robot educativi programmabili preconfezionati che comunque hanno continuato ad allietare i momenti ricreativi con piccole sfide e battaglie a colpi di “coding”.

21584395_10155239129127885_2104418077_o 21584377_10155239131497885_1328428410_oNon potevano naturalmente mancare le macchine di fabbricazione digitale, caratteristica distintiva di ogni Fab Lab che si rispetti. Stampa 3D, Laser Cutter e Plotter CNC sono stati gli strumenti più utilizzati per realizzare gadget ed elementi strutturali delle creazioni ideate dai ragazzi.

Colori per tessuti, spugne, pennelli e attrezzature tipografiche sono stati gli strumenti analogici che hanno accompagnato le tecnologie digitali nella sperimentazione di processi creativi originali e divertenti.21618214_10155239130987885_1514578050_o

Durante la settimana sono anche state messe a confronto le tecniche tradizionali artigianali come l’intaglio con le sgorbie della gomma per timbri e l’incisione mediante laser cutter a partire da modelli vettoriali realizzati al computer.21682532_10155239130117885_320051921_o

La modellazione 3D e la relativa stampa 3D dei modelli disegnati dai ragazzi sono state le tecniche utilizzate ogni volta che era necessario realizzare componenti più complesse in modo preciso e ripetibile.

Ma accanto ai prodotti e alle tecnologie che oramai sono consolidate nell’ambito dei programmi minimakers, questa volta sono state presentate un paio di nuove sorprese.

Per la prima volta in Italia, infatti, è stato proposto un laboratorio di videogaming attraverso l’impiego del tool didattico Bloxels.

Bloxels è stato citato nell’ultimo report del World Economic Forum dedicato alla didattica innovativa come una delle tecnologie più efficaci per lo sviluppo dell’apprendimento sociale ed emotivo.

Bloxels è uno strumento che consente di realizzare in modo intuitivo e divertente videogiochi per tablet e smartphone, in stile Super Mario, attraverso l’impiego di blocchi colorati da disporre su una scacchiera 13X13, per generare animazioni, personaggi ed elementi del gioco attraverso la ripresa fotografica effettuata con il dispositivo stesso, con un continuo passaggio tra mondo fisico e mondo virtuale e una meccanica di interazione che stimola le principali abilità che sappiamo essere parte della cosiddetta intelligenza emotiva.

21585818_10155239130012885_1830924216_oLa seconda grande sorpresa è stata costituita dal nuovo laboratorio di Sound Design. I ragazzi hanno infatti avuto l’opportunità di sperimentare i nuovi sintetizzatori elettronici analogici della serie Volca di Korg.

La musica di sintesi elettronica degli anni ’70 e ’80 è stata rivisitata dai nostri Minimakers che sotto la guida del maestro Leonardo Zaccone, musicista e docente del Master di Musica Elettronica dell’università di Tor Vergata, hanno improvvisato delle jam session in cui si sono sbizzarriti con ritmi e sonorità sorprendenti.

L’appuntamento è ora all’inizio del nuovo anno scolastico per l’apertura dei corsi extrascolastici Minimakers e quindi al periodo Natalizio con i tradizionali Campi Invernali Minimakers.

« 1 di 2 »